Categorie
Essenze Floreali Meditazione Taoismo

Riflessi nell’acqua

Cosa c’è di meglio camminando in montagna che imbattersi nelle acque gorgoglianti di un ruscello?
Il rumore dell’acqua evoca allegria, vivacità, freschezza e ci rimanda alle risa del bimbo, alla sua spontaneità, e se ci immergiamo nella sua voce ci sentiamo più appagati e felici, rinvigoriti.

Per il taoista l’acqua è metafora del Tao, della Via, e dedica la sua vita a perseguire le qualità dell’acqua, la sua virtù.
Capitoli 8 e 78 del Tao Te Ching, qui riportati nella versione dell’edizione Feltrinelli, sono dedicati all’acqua.

Il bene più alto è simile all’acqua.
La bontà dell’acqua
benefica i diecimila esseri e non compete.
Dimora in luoghi che tutti gli esseri umani detestano.
Perciò è simile al Dao.
Nell’abitare bene è la terra,
nel cuore bene è la profondità,
nel parlare bene è la sincerità,
nel governare bene è la buona amministrazione,
nel gestire gli affari bene è la competenza,
nell’agire bene è la tempestività.
Se solo non competi, nessun biasimo.

Cap. 8 del Tao Te Ching: “La bontà dell’acqua”

Nel mondo nulla è morbido e debole quanto l’acqua,
ma nel lavorare il solido e il forte nulla è in grado di superarla.
Null’altro si serve del facile.
Il debole sconfigge il duro.
Nel mondo non c’è nessuno che non sappia questo,
eppure nessuno è capace di praticarlo.
Per questo il saggio dice:
“Colui che prende su di sé la polvere dello stato
veramente può essere detto
il custode degli spiriti del suolo e dei cereali.
Colui che prende su di sé la disgrazia dello stato
veramente diviene il re del mondo”
Le parole veritiere assomigliano al loro opposto.

Capitolo 78 del Tao Te Ching: “Nulla è morbido e debole quanto l’acqua”

In questo periodo sia a livello individuale che sociale ci colpisce la mancanza d’Acqua: lo vediamo nelle nostre lezioni (dove gli allievi che presentano il “blocco d’acqua” sono sempre la maggioranza), nei rapporti con gli altri spesso tanto asciutti da rasentare la scontrosità, in Natura, dove il surriscaldamento del pianeta e gli eventi naturali estremi sono sempre più frequenti (in Lombardia non è piovuto per 60 giorni consecutivi a cui sono seguiti temporali disastrosi). La mancanza d’acqua in senso metaforico e reale inaridisce, alimenta la durezza, la tensione e la paura.

L’Acqua, per la MTC, è il movimento collegato ai Reni, organo nel quale risiede l’energia vitale con cui veniamo al mondo. Questa energia viene danneggiata dall’emozione paura che ci indebolisce e ci rende più esposti alle malattie: un gatto che si morde la coda.
L’incapacità di fluire, di adattarsi ai ritmi e alla ciclicità della Natura, la pretesa e l’ostinazione dell’Uomo (in questo caso intendo dire proprio l’Uomo e non l’essere umano) di piegarla ai propri scopi ha prodotto il disastro ambientale e sanitario in cui versiamo.
Edward Bach lo scopritore delle Essenze Floreali ha inserito nel suo repertorio un’essenza particolare: Rock Water, l’Acqua di roccia*, un rimedio in grado di risvegliare la qualità dell’acqua!
In luglio, complice Marco di Piacenza che ha individuato una sorgente che scaturisce direttamente dalla roccia e che ha raccolto l’acqua direttamente sulla parete rocciosa, nel punto in cui veniva alla luce, abbiamo potuto preparare questo prezioso rimedio.

Un giornata dedicata alla meditazione del movimento acqua: preziosa e rigenerante.

Nota
*Rock Water
Per coloro che sono molto rigidi nel loro stile di vita e si negano frequentemente gioie e piaceri perché temono che queste cose possano ostacolare il loro lavoro. Sono severi maestri con se stessi. Desiderano essere sani, forti e attivi e faranno qualsiasi cosa li riesca a mantenere in queste condizioni Sperano che il loro esempio induca gli altri a imitare le loro idee per diventare alla fine migliori.
Dalle Opere complete di Edward Bach MacroEdizioni.

Categorie
Meditazione

Meditazione su Honeysuckle

Honeysuckle

Il Caprifoglio (Lonicera caprifolium – Honeysuckle del sistema Bach) che si trova nel giardino de Il Ginkgo, quest’anno, ci ha regalato una fioritura particolarmente rigogliosa.

Edward Bach ha scritto in merito: “Questo è il rimedio per neutralizzare tutte le influenze, le voglie e i desideri di cose passate e riportarci al presente”.

Honeysuckle ci aiuta a cogliere le opportunità che incontriamo perché sviluppa la comprensione che tutto scorre e si trasforma e che la vita è continua evoluzione.

In questo momento, la nostalgia, a volte struggimento, per la vita che conducevamo prima dell’emergenza è un’emozione comune; allora Honeysuckle ci consente di non indugiare nel rimpianto, ma ci supporta nel trovare nuove strategie di sopravvivenza e di organizzazione del futuro.

Buona vita, nonostante tutto.

Categorie
Meditazione

Meditazione su Star of Bethlehem

Star of Bethlehem

La meditazione è avvenuta durante l’emergenza Coronavirus, dopo una osservazione in diretta della pianta tramite videoconferenza.

Star of Bethlehem è utile per tutti gli effetti causati da uno shock fisico, mentale o spirituale. Per shock (da non confondere con lo stato clinico) si intende ogni influenza esterna che provoca una distorsione nel campo energetico che l’essere umano non è in grado di assimilare ed eliminare.

La segnatura della pianta è particolarmente interessante perché è l’unica liliacea del sistema Bach, a sottolineare la posizione particolare che questa pianta occupa nel repertorio.

La famiglia delle Liliacee è caratterizzata da piante dotate di un bulbo sotterraneo ricco di sostanze nutritive di riserva e di lunghe foglie.

Dal bulbo di Star nasce un solo stelo che dà vita a un’infiorescenza piatta a forma di ombrello. Il singolo fiore ha la forma di una stella a sei punte al cui interno troviamo di una coroncina di sei stami che circonda l’ovario dorato suddiviso anch’esso in sei spicchi. La stella a sei punte, l’esagramma, è un simbolo antichissimo presente in molte culture. Generalmente è conosciuta come Stella di David o Sigillo di Re Salomone e rappresenta il perfetto equilibrio fra Spirito e Materia, l’unione armonica tra le due forze cosmiche dell’Acqua e del Fuoco, dello Yin e dello Yang.

Edward Bach ha definito Star of Bethelhem “il rimedio consolatore dell’anima che allevia i dolori”. Ogni shock, ogni trauma, provoca una distorsione nella nostra struttura energetica che si manifesta con uno stato di stordimento; questo fiore aiuta a ristabilire equilibrio nella nostra struttura sconvolta e ripristinare il flusso energetico naturale.

Categorie
Meditazione

Meditazione su Rock Rose

Rock Rose, Helianthemum Nummularium, Eliantemo
 https://youtu.be/HotxBoBMoFA

La meditazione che vi propongo è ispirata all’Essenza Floreale del Repertorio di Edward Bach, Rock Rose, il rimedio del coraggio per affrontare situazioni d’emergenza.
adatta a tutti coloro che si trovano in una situazione d’emergenza reale o anche solo percepita che provoca loro un’agitazione così grande da togliere lucidità.
In questo periodo ci troviamo a vivere, soprattutto qui in Lombardia, una situazione di eccezionale gravità.
Questa meditazione è il mio piccolo contributo per sviluppare dentro noi il coraggio, la calma necessaria per affrontare l’emergenza attuale

Categorie
Meditazione

Meditazione su Crab Apple

Tossine, non solo di natura fisica, come idee di contaminazione, corruzione, contagio,  possono penetrare in noi fino a ottenebrare la mente e il corpo. Crab apple innesca un processo di purificazione energetica, mentale ed emotiva. I suoi grandi fiori bianco rosati sono in grado di portare purezza e luminosità dentro di noi innescando un processo di rigenerazione rivitalizzante, di lucidità e chiarezza.

Crab Apple – Melo Selvatico

In questi tempi in cui ordinanze ministeriali ci esortano ad adottare pratiche di pulizia e igiene scrupolose per contenere il contagio da coronavirus effettuiamo una purificazione profonda che coinvolga tutto il nostro essere.